3 passi da compiere subito per cambiare le sorti del tuo futuro abbandonando le zavorre che ti tengono rallentato nonostante tu voglia cambiare vita!

 

Alcuni giorni fa ho pubblicato un sondaggio sul gruppo chiuso dedicato ai follower di CrescitaLibera (La vita, l’amore, l’essere).

Ho chiesto: “Qual è il problema che hai adesso nella vita che vuoi assolutamente risolvere?”

Sarò sincero. Il risultato mi ha completamente spiazzato!

Avevo predisposto alcune risposte possibili, che andavano dal migliorare la propria relazione di coppia a non essere ferito passando per la realizzazione personale.

Insomma, i tipici argomenti di cui ci occupiamo in questo Blog!

Una delle risposte, però, ha fatto davvero il pieno di scelta!

Ecco la domanda che ha vinto: “migliorare la condizione economica”.

Al secondo posto, avere più tempo per me.

Ora, non sono di sicuro uno che fa soldoni, ma alcune cosine, soprattutto a causa di errori e inconvenienti incontrati anche di recente, le ho imparate.

Soprattutto, noto quanto avere sempre maggiore chiarezza di me, sta portando una forte trasformazione su tutti i piani.

E inevitabilmente si traccia anche una maggiore disposizione a “ricevere”.

In questo articolo, quindi, non voglio insegnare nulla su come guadagnare denaro di per sè (Cosa che invece affronteremo nei due prossimi webinar assieme a due veri esperti! NOTA: iscriviti alla newsletter per ricevere tutte le informazioni!).

Voglio però darti alcuni elementi che sono sicuro potranno cambiare il tuo atteggiamento rispetto al tuo futuro.
Di conseguenza ti potranno mettere in una condizione mentale più corretta anche per cambiare la tua condizione economica.

 

PREMESSA: IL TUO ECOSISTEMA

 

“Davide, però ci parli sempre di relazione, di qualità di vita e simili. Non è che la stai facendo un po’ fuori dal vaso?”. (ps: un giorno scoprirò anche di chi è questa voce fuori campo…)

La risposta sarà molto sintetica: NO.

O meglio, si, se parlassimo di finanza, economia o marketing.

Ma quello di cui parleremo rientra perfettamente nella creazione del tuo personale “ecosistema di vita®” di cui abbiamo spesso parlato e che è uno dei pilastri della filosofia di base di CrescitaLibera. Recentemente ho creato una pagina sul sito che ne descrive gli elementi essenziali. Leggila QUI.

L’indipendenza economica è infatti una delle 6 indipendenze che costituiscono la realizzazione personale (le altre sono ben spiegate nel corso MIC e sono la struttura portante del nuovo progetto Eroi del Quotidiano).

Quindi gli elementi che sto per darti, andranno visti in questa ottica. Creare una condizione personale in cui le tue scelte e le tue azioni creano il miglior contesto di vita che ti rappresenti completamente.

Riuscire a realizzare il giusto benessere economico, è un atto non solo utile ma spesso anche doveroso per una buona qualità di vita tua e della tua famiglia.

Possiamo girarci intorno finché vuoi ma per poter vivere con una condizione di serenità e con la possibilità di fare scelte libere, ci servono molte risorse.

Una di queste sono i soldi.

Tralascio volontariamente tutta la parte sul non essere succubi dei soldi perché do per scontato che tu sappia distinguere tra essere avidi o fissati e realizzare il benessere necessario per quello di cui tu e la tua famiglia necessitate per vivere nel modo corretto per voi (e non solo)!

Se mentre leggi ti saltano in testa frasi tipo: “ma i soldi non fanno la felicità” “ tutti i ricchi rubano, mentono e sfruttano gli altri” e simili, ti tranquillizzo.

Non c’entra nulla con questo articolo.

E forse non dovresti leggerlo perché qui parto dal presupposto che siamo oltre queste convinzioni e vogliamo andare nella vita consci che l’etica può essere il faro di ogni aspetto della nostra vita.
I pregiudizi possiamo lasciarli parlare 😉

 

I 3 PASSI DA COMPIERE SUBITO!

 

C’è una base minima che voglio che analizziamo.

Senza la quale, niente è possibile!

Cambiare la tua vita, qualsiasi sia il piano su cui vuoi agire, presuppone un elemento fondante: ci vuole l’atteggiamento corretto, ci vogliono le azioni corrette e entrambe devono essere coerenti con chi sei tu.

In questo articolo punteremo il nostro laser soprattutto sul primo punto, l’atteggiamento.

Riuscire a essere nell’ottica giusta, ti darà una sferzata pazzesca!

In particolare ci sono dei punti da curare che, a seconda di come sono attivi nel tuo status di vita, saranno grandi alleati o feroci nemici.

Ti garantiranno soldi? Questo non te lo posso garantire, ci sono anche delle variabili tecniche.

Ma ti possono dare il giusto atteggiamento per guardare in faccia la vita e muoverti con il mix corretto di sfacciataggine e consapevolezza!

Ho quindi scelto di limitare lo sguardo verso tre punti focali.

Non sono gli unici elementi di valore ma sono quelli più coerenti con la creazione di una situazione mentale differente.

 

IL MIND-SET SU CUI BASARE LE TUE SCELTE E LE TUE AZIONI

 

  • Smetti di lamentarti!

 

Probabilmente hai già letto questa notizia [qui uno dei primi articoli in inglese]  in cui si spiega che le lamentele “spengono” i neuroni di chi sta vicino in quel momento.
E sempre più spesso si trovano articoli che dimostrano che il lamento sia poco utile se non addirittura negativo (QUI).

Lamentarsi ha un fascino spesso irresistibile perché contiene una grande promessa: potersi giustificare.

Le risorse consumate per il lamento, ci danno l’impressione di star facendo tutto il possibile per uscire da una situazione o gestire un disagio.
In realtà è un ottimo succedaneo al movimento: è un po come se pensassimo di rimetterci in forma raccontando a parole la corsa…invece che infilarsi le scarpe da jogging e scendere in strada a sudare!

In più quando ti lamenti, perdi charme, perdi grip e perdi entusiasmo.

Ovvero, gli altri cominciano a guardarti storto, ti viene a mancare la presa sulla tua vita e sulle tue scelte e si smorza la tua vitalità. Manca la spinta per mettersi in carreggiata e andare incontro al tuo futuro!

Cosa fare quindi da domani?

  1. Smetti di lamentarti. Ci vorrà un po’ di tempo ma se ci tieni l’attenzione, inizierai a accorgerti di quando entri nella ‘modalità lamento’. Puoi anche stringere accordi con amici/mogli/mariti che ti avvisino quando sei nel flusso lamentino!
    Facile? no ma sicuramente possibile 😉
  2. Cerca di non contornarti di troppi “amici di lamento”. Lamentarsi non è solo una condizione personale. Spesso è sociale e ambientale.
    Più siamo immersi in contesti di lamento, più è probabile che ci lamenteremo a nostra volta.
  3. Usa uno switch. Detta in altro modo, cerca di avere un modello che compensi il lamento.
    Stai per lamentarti che lo stato ci vessa, che tanto le cose non cambieranno, che tanto gli altri fanno comunque i fatti loro ecc…?
    Ok, appena te ne accorgi, ti giochi una carta positiva. Ad esempio potresti farti un appunto su cosa puoi fare tu per migliorare quell’aspetto della tua vita.
    Oppure crei uno switch diretto. In pratica ogni volta che sale il lamento e te ne accorgi, lo sostituisci con una frase positiva, una azione. Potresti semplicemente sorridere, ad esempio.

 

 

  • Abbi chiaro “il grande progetto”, ma prenditi cura dei piccoli passi ogni giorno

 

Ok, questo è uno degli errori più comuni che ho visto anche tra i miei studenti!

Hanno grandi comprensioni, fanno progetti di vita fantastici, mastodontici!

E poi restano schiacciati sotto il peso di questi giganti!

No, no no !!!!!

Te lo dico per esperienza personale! Questo è il miglior modo di farsi male!

A meno che tu non sia già una persona predisposta a successo e risultati (e quindi probabilmente non stai leggendo niente di nuovo!), è altamente probabile che se tieni l’attenzione sul senso globale dei tuoi progetti, ti troverai a provare ansia da prestazione, confusione e nel tempo comincerai a sentire sfumare quella grinta e quella passione iniziali!

Anzi chissà quante altre volte ti è successo!

Ok, una vecchia regoletta dice: se quello che hai fatto fino ad ora non ti ha portato dove vuoi, forse devi semplicemente fare qualcosa di diverso (o fare la stessa cosa in modo diverso)!

La sostanza è questa.

E’ indispensabile avere una certa chiarezza di dove vuoi andare (quindi sapere prima chi sei!).

Ma quello che ti farà arrivare laggiù, sono i piccoli ma ben assestati passetti che fai giorno per giorno.

Avere grandi visioni del futuro e poi non costruire il presente, significa vivere in una grande illusione!

In cui vedi chiaramente cosa potrebbe essere. Ma rimane un miraggio lontano che nel tempo affievolisce.

Impara a gestire i piccoli passi dando priorità a quelle azioni che sono più importanti per potarti dove devi andare.
Soprattutto impara a non occuparti troppo di cose che non sono utili! (I nostri ospiti dei due webinar sono veri maestri in questo!)

 

  • Non aver paura di sbagliare

 

“eccoci con la banalità del giorno, Davide…” (giuro che prima o poi ti acchiappo!)

Bene, probabilmente l’hai già sentita.

Ma ribadirlo non è mai abbastanza!

Qualsiasi conquista, su qualsiasi piano, si crea compiendo errori, imparando dagli errori e ritentando nonostante si sappia che si potrebbe cadere nuovamente!

Così come i bimbi imparano a camminare nonostante cadano 1.000 volte, così da adulti per imparare una materia scolastica, a stare in relazioni, a crescere figli, a imparare un lavoro.

Ogni passo che si compie, è passato per un errore, una imprecisione.

Sbagliare è naturale e è un processo di tutela. La percezione di errore ci aiuta a prevenire mosse sbagliate.

Ma è funzionale solo nel momento in cui è associato all’apprendimento!

Ovvero, se impari a vedere l’errore come un dato da cui imparare, e non come qualcosa di terrificante o che sminuisce il tuo valore, puoi iniziare a muoverti con un passo totalmente nuovo!

Agire coscienti che si può sbagliare ma che nella maggior parte dei casi questo non è determinante!

Ogni errore è semplicemente un nuovo blocco di partenza. E questo nuovo blocco di partenza è inesorabilmente più vicino alla meta del precedente 🙂

 

ISTRUZIONI PER L’USO

 

Bene, torniamo al nostro punto di partenza!

Come questi tre elementi ti sono d’aiuto per trovare una condizione migliore per la tua vita?

Quindi in che modo questi tre punti possono anche esserti d’aiuto per migliorare la tua condizione economica?

Non lamentarsi, curare i piccoli passi quotidiani e non temere l’errore, sono simboli di tre condizioni essenziali!

Sentire che è possibile, rendere concretamente fattibile, eliminare i freni al possibile.

Se applichiamo la regola del 100% (leggi articolo), possiamo partire da ciò che siamo e che abbiamo a disposizione adesso e iniziare a muoverci in nuove direzioni.

I nostri 3 elementi liberano la strada, ci danno l’atteggiamento giusto, la disposizione interiore e anche strategia.

Ma soprattutto ti permettono di guardare alle possibilità con occhi nuovi. Puoi uscire dagli schemi e dalle giustificazioni attuali e cercare  nuove vie, nuovi modi.

In alcuni casi potrebbe volerci del tempo. E ecco che se non temi l’errore, curi i piccoli passi e non ti lamenti, il viaggio, anche se lungo sarà pieno e ricco.

Come vuoi quindi migliorare la tua condizione economica?

Guarda la tua realtà attuale, guarda quella che senti che dovrebbe essere.
Esci dagli schemi, cerca soluzioni, non problemi!

Crea un percorso e affrontalo con la tua nuova visione!

E resta collegato perché a breve torneremo sull’argomento con alcune propostine succulente!

 

> Grow up! <

2018-02-07T12:27:16+00:00 By |0 Comments

Leave A Comment

 

Archivi

Il nostro nuovo ebook

scopri il nuovo Ebook

per creare un nuovo stato

di presenza nella tua vita

a soli €2,90