La percezione dei risultati e gli ultimi 3 giorni per imparare a cambiarla in meglio

 

Quali risultati ottieni da una qualsiasi azione?

La domanda è talmente generica che non è possibile una risposta. Forse.

In realtà, ogni azione produce due tipi di risultati:

  • Uno oggettivo
  • Uno soggettivo

 

Il risultato oggettivo è quello che ottieni dalle azioni che hai fatto.

Può essere qualsiasi cosa, anche un fallimento. Anche niente. Non stiamo parlando che ti debba piacere, ok? Magari fa schifo. Ai fini di questo articolo non importa.

Tu fai un’azione e hai un risultato. Questo è oggettivo.

 

Poi c’è quello che tu interpreti da questo risultato. La tua idea su questo risultato, come lo percepisci. Cosa impari, come scegli di agire in futuro, che posizione prendi.

Anche qui, c’è sempre un risultato soggettivo. (altro…)

Continua a leggere

La crescita strutturata contro la crescita fai da te

 

Un nostro amico un giorno mi fece notare che, in un articolo sulla crescita personale, dicevo che “una ricompensa è probabile, ma non certa.”

“Pensavo che se una persona non intraprende un cammino di crescita resta fermo, ovunque egli sia.

Mentre se si intraprende un cammino di crescita, già per il fatto di intraprendere una sfida e prendere coscienza dei propri limiti e delle proprie abilità, di chi si è, sia già un risultato.

Per questo il risultato non mi sembra così incerto come nelle imprese eroiche.”

Un percorso di crescita è sempre una garanzia? (altro…)

Continua a leggere

Scopri come raggiungere i tuoi obiettivi evitando gli errori che fanno (quasi) tutti, senza cadere nelle scuse che si racconta la volpe con l’uva

 

« Una volpe affamata, come vide dei grappoli d’uva che pendevano da una vite, desiderò afferrarli ma non ne fu in grado. Allontanandosi però disse fra sé: «Sono acerbi». Così anche alcuni tra gli uomini, che per incapacità non riescono a superare le difficoltà, accusano le circostanze. »(Esopo, La volpe e l’uva)


Chi non conosce questa favola?

La useremo come canovaccio per parlare di un argomento che ci sta molto a cuore: come perseguire il tuo obiettivo chiave© e realizzare una vita che ti completa.

Per farlo, studieremo la storia della nostra amica volpe, però preparati, perché lo faremo in un modo alquanto inedito.
Perciò non saltare su a dirmi “
Ehi, Esopo non l’ha mai detta questa cosa!

Bene, sei pronta a vedere dissacrato un mito della tradizione culturale mondiale?

Si parte!

 

Prima di iniziare devo avvisarti: questo articolo potrebbe tirarti qualche legnata nei denti. Il suo potenziale di frustrazione può essere molto elevato. Ti senti pronta?

Prosegui a tuo rischio e pericolo!

(altro…)

Continua a leggere

Scopri quali sono i 4 mostri che incontri sulla via della crescita e come affrontarli e vincerli senza paura

  “Tu non puoi passare!” (Il signore degli anelli - Gandalf)   Il cammino per la crescita è di fatto un viaggio eroico. Sì, è un viaggio straordinario e entusiasmante ma non solo. Come tutto ciò che ci mette davanti ai nostri limiti, è anche costellato di insidie che ne mettono a rischio la riuscita. Per questo è eroico. Perché c’è una fatica da fare e c’è un prezzo da pagare. E una ricompensa (la tua felicità, te stesso, la realizzazione dei tuoi fini)…

Continua a leggere

L’effetto delle ferite nelle relazioni

 

Mi è successo talvolta di trovare amici in momentanea crisi di coppia, dove con “momentaneo” si va da un giorno a qualche anno.

Dopo aver sentito la faccenda, molto spesso davo loro il seguente consiglio: “Smettete di ferirvi a vicenda.

Che detta così sembra fin troppo banale.
E infatti, di rimando mi sentivo rispondere: “Non è quello. È lui/lei che non capisce, che non vuole ascoltare e bla bla bla….
E via con il ritornello che abbiamo da sempre cantato un po’ tutti.

Non è quello” è una frase che mi è entrata in testa e mi ha convinto di due cose.La prima: smettere di dare consigli, se proprio qualcuno non mi implora di darli.
La seconda: che a volte le persone sono disposte a fare di tutto, tranne la cosa che può davvero farle migliorare.

(altro…)

Continua a leggere

Il segreto dei segreti per avere SEMPRE relazioni belle, appaganti, piene di sostegno, amore e comprensione

 

 

« Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge ed i Profeti. »
(Gesù nel discorso della Montagna, dal Vangelo secondo Matteo 7,12)

Abbiamo parlato spesso di come la relazione sia importante.
Del fatto che sia utile cercare di concentrare la nostra attenzione su relazioni di qualità, che ci possano dare la comprensione, la cura, la stima, il sostegno di cui sentiamo di aver bisogno.
Abbiamo parlato di quali sono i bisogni che dobbiamo soddisfare in una relazione.

Bene, è giunto il momento di calare l’asso.
Ti sto per svelare il segreto per realizzare tutto questo. (altro…)

Continua a leggere

Le tre domande che devi farti se vuoi migliorare DAVVERO le tue relazioni

 

Cosa fare quando le relazioni non vanno per il verso giusto?

Se lo chiedono in molti.
E lo chiedono anche a noi.
Ci sono arrivate e ci arrivano molte domande in merito a questo argomento.

Cosa si fa quando non si riesce a entrare in una relazione sana, e quindi ci si ferisce a vicenda, […]?
Li si “lascia andare”, come sento dire da più parti? O si continua a stargli vicino, con tutto l’amore di cui si è capaci, cercando di sopravvivere alle ferite?

Se l’altro continua a darmi pugni (sfoghi, ferite…), come scelgo di relazionarmi? Concludo la relazione o faccio finta di niente? (molte persone fanno così e tutto va bene!)

Se una persona tenta di comunicare mille volte e l’altro si ostina a ignorarla nonostante sia legato a quella persona da una relazione molto importante […] come si fa? Si chiude la relazione? Si continua?

 

Ho scelto queste perché sono esemplificative.
Cosa hanno in comune? Quattro cose: (altro…)

Continua a leggere

La solitudine e i bisogni di relazione: mini guida per capire cosa ti serve e cosa no

La mattina mia figlia si sveglia e cerca la tetta della mamma. Se non la trova subito sembra stia per morire di fame. Poi a volte me la porto in soggiorno a giocare insieme, così mia moglie riposa. E lì accade una cosa strana. La fame sparisce. Un minuto prima sembrava che non avesse mai mangiato in vita sua, il momento dopo è tranquilla. A volte passano anche due ore prima che si «ricordi» di avere fame. Com'è la faccenda allora? Ha fame o…

Continua a leggere

I 3 elementi per una relazione equilibrata: come far felice l’altro senza rinunciare a nulla di te


 

Dopo aver visto il webinar sulla scelta (che se non hai visto ti invito a vedere cliccando qui), una nostra amica ci ha fatto questa domanda.

“Come si può scegliere non avendo scelto in prima persona? […] lei vuole uscire a passeggiare, lui stare sul divano….come si fa a scegliere pienamente di fare una cosa che in quel momento non ci va di fare?
Come possiamo toglierci di dosso quella sensazione di ‘perdere’, di non essere totalmente espressi, di dover ‘rinunciare’ per far felici l’altro?

Le domande, anche se non sembra, sono due e sono entrambe molto interessanti. (altro…)

Continua a leggere
Chiudi il menu